Martedì 29 agosto 2017 Rotary d'Agosto alle Pendici delle Apuane

Club

Il 24 maggio 1948, all’Hotel Tirreno di Marina di Massa, per iniziativa del Prof. Sergio Vatteroni si tenne la riunione costitutiva del Rotary Club di Carrara e Massa. Stava a cuore dei rappresentanti delle categorie professionali, economiche ed industriali, dei rotariani delle due città contribuire a mantenere in un clima di intesa, di reciproca comprensione i rapporti tre le due città sorelle, nell’intento di avviare ad armonica soluzione i molti e complessi problemi che avevano per il passato costituito motivi di divisioni e di contrasti.

I partecipanti alla riunione costitutiva erano (in ordine alfabetico) : Dr. Giuseppe Alfieri; Prof. Oreste Andrei; Dr. Piero Bondielli; Avv. Gino Cecchieri, Sindaco di Massa; Comm. Augusto Ciaranfi; Ing. Amilcare Dal Pino; Prof. Vincenzo Da Milano; Sig. Giuseppe Dell’Amico; Dott. Ennio Forti; Dott. Aurelio Gaipa, Prefetto di Massa Carrara; Sig. Enrico Isoppi, Sindaco di Carrara; Dott. Renato Nelli; Ing, Pietro Pagliero; Sig. Giulio Papasogli; Comm. Igino Pellerano; Ing. Cino Pettini; Cav. Vico Raffo; Prof. Sergio Vatteroni; Dott. Giuseppe Zuccarino. All’unanimità e con calorosa acclamazione fu eletto Presidente, per l’anno rotariano 1948-1949 il Prof. Sergio Vatteroni.

Nel maggio del 1950, sotto la rinnovata presidenza Vatteroni, fu tenuto a Carrara, con la partecipazione di oltre 200 Rotariani, il Congresso dell’allora 188° Distretto del Rotary d’Italia. Dall’anno della fondazione si sono succeduti oltre 50 presidenti ed alcuni di essi hanno ricoperto piu’ volte tale carica. Tra i soci onorari del nostro Club il conte Carlo Sforza, Ministro degli Esteri, gli scultori Arturo Dazzi e Gigi Guadagnucci, il commediografo Ubaldo Bellugi e tanti altri che hanno onorato con la loro partecipazione il nostro Club.

Praticamente è impossibile ricordare dettagliatamente quanto il Club ha fatto in questi anni. Duemila, tante sono, piu’ o meno, le “relazioni” tenute dai Soci del Club. Enorme il numero delle molteplici manifestazioni, celebrazioni, interclub con i rotariani italiani e con quelli di La Ciotat (Francia) e Nivelles (Belgio) , gemellati con il nostro Club. Per circa trent’anni il Club ha distribuito annualmente delle borse di studio agli alunni meritevoli delle scuole medie. I contributi alla Rotary Foundation elargiti dal nostro Club sono stati utilizzati per concedere borse di studio a giovani laureati. Ben quattro laureati della nostra terra ne hanno beneficiato.

Dal 1985 il Club ha contribuito al grandioso “Progetto Polio Plus” per debellare la poliomielite nel mondo e, recentemente, sempre nel campo della medicina, il nostro Club si e’ distinto per aver permesso le cure cardiochirurgiche all’Ospedale Pediatrico Apuano a molti bambini provenienti dall’Algeria, Tunisia, Marocco, Egitto, Giordania. Ha donato alla Pubblica Assistenza un’ambulanza. Il Club si e’ distinto anche per la sensibilità verso la conservazione dei beni culturali. Ha donato al Comune di Licciana la casa dell’eroe risorgimentale Anacarsi Nardi, al Museo del Marmo di Carrara un plastico della lavorazione di una cava in epoca romana, all’Accademia di BB.AA. di Carrara il restauro dei gessi dello scultore Benedetto Cacciatori . Ha provveduto al restauro di alcune lapidi risorgimentali a Pontremoli e al riordino e la catalogazione dell’Archivio del geologo Domenico Zaccagna presso l’Accademia di BB.AA . Ha curato il restauro del coro e degli armadi della chiesa parrocchiale di Equi Terme e della Chiesa della SS. Annunziata a Pontremoli. A queste iniziative si sono aggiunte la cura o la sponsorizzazione di non meno di 15 pregevoli pubblicazioni d’arte, storia, cultura ed archivistica.
In questi ultimi anni ha progettato e realizzato, in collaborazione con importanti musei italiani ed esteri, tra cui il museo Ermitage di San Pietroburgo, numerose mostre di scultura per celebrare la grande tradizione che la lavorazione artistica del marmo ha nella nostra zona.